Castiglia per viaggiatori golosi

26 settembre 2018

Nel mio articolo “Vini e formaggi dei re di Castiglia” pubblicato qui ho scritto del momento di auge che, grazie alla riscoperta dei vini Rueda e del formaggio di pecora Castellano, sta vivendo la meseta castigliana, cuore della penisola iberica.

Per chi volesse approfondire, vi propongo questa piccola guida per viaggiatori golosi che ho stilato con alcuni dei tanti bravi produttori che ho conosciuto e che hanno contribuito alla rinascita e valorizzazione di questa terra.


I produttori di formaggi

La Quesera de Rueda - www.laqueseraderueda.com

Dice Miguel, proprietario e casaro della Quesera de Rueda: “il panettiere ed io siamo gli unici che non facciamo vino qui a Rueda”. Miguel è uno dei pochi casari che ha recuperato l’antica produzione del Queso de Rosca, una particolare versione del Queso Castellano (stesso latte, stessa lavorazione) a cui si dà la caratteristica forma di ciambella, dato che tradizionalmente si lasciavano asciugare infilati in appositi ganci appesi ai soffitti.
 
Queseria Campoveja - www.quesoscampoveja.com

I fratelli Sanz hanno mantenuto e coltivato l’antica tradizione di famiglia riscuotendo il maggior successo con la versione affumicata del Queso Castellano vincendo il premio al miglior formaggio affumicato del mondo nel "International Cheese Awards” 2012 di Nantwich, Inghilterra.
 
Gli asadores

Botica de Matapozuelos - laboticadematapozuelos.com

La Botica de Matapozuelos è senza dubbio un referente della zona. Teodoro è maestro asador esperto nella cottura nel forno a legna dei famosi lechazos, i quarti di agnello da latte di razza churra o castellana che hanno fatto la fama della gastronomia della regione. Il figlio Miguel Angel, affiancato dal fratello Alberto che si occupa della cantina, propone invece una sofisticata interpretazione dei prodotti del territorio ottenendo riconoscimenti in varie guide nazionali ed internazionali. 
 
Mesón de Pedro www.mesondepedro.com

Il Mesón de Pedro invece è un asador che porta avanti una diversa tradizione, quella degli spiedi di agnello, sempre rigorosamente di razza churra o castellana, lunghi come sciabole, cotti e profumati dalla brace dei tralci di vite. 

 
Le cantine

Bodega De Alberto - www.dealberto.com

De Alberto è una cantina storica che non hai mai smesso di produrre il famoso vino Dorado, come da tradizione, ossidandolo nelle damigiane di 16 litri per oltre un anno, dopo essere stato sottomesso ad invecchiamento sotto velo de flor secondo un metodo che richiama quello tradizionale di Jerez. Una vera chicca.
 
Bodega Marqués de Riscal - www.marquesderiscal.com/vino/Marques-de-Riscal-Rueda-Verdejo-/22

Marqués de Riscal è una delle tre cantine più antiche della Rioja ed ha segnato la storia di Rueda in maniera indelebile, cambiando radicalmente la tradizione vitivinicola locale. Luis Hurtado de Amézaga, figlio del celeberrimo Francisco Hurtado de Amézaga, e che attualmente dirige la cantina di Marqués de Riscal di Rueda, ha ben presenti i racconti del primo viaggio di suo padre a Rueda con Emile Peynaud, come se li avesse vissuti di persona. L’oramai classico Verdejo di Riscal è stato affiancato nel tempo da una gamma più amplia di bianchi e rosati.
 
Bodega Cuatro Rayas - www.cuatrorayas.es

Non si può capire la storia della D.O. Rueda senza parlare di Bodega Cuatro Rayas, fondata nel 1935  ed esempio ammirevole di come una cooperativa vinicola possa prosperare e rinnovarsi nel tempo, mantenendo fede al proprio impegno con i viticoltori locali, producendo vini di successo con un’ammirevole relazione qualità-prezzo. La cantina due anni fa ha creato la collezione speciale 40 Vendimias, omaggio alla quarantesima vendemmia del suo mitico enologo Angel Calleja.
 
Fotografie: Carlotta Casciola
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Scritto per chi ama il buon cibo
Alti Formaggi Magazine è un webzine di cultura gastronomica che esplora il mondo della produzione del cibo. Una voce che narra di incontri con persone che, grazie alla loro sapienza artigianale e gastronomica, ci aiutano ad ampliare le nostre conoscenze e trovare il vero gusto delle cose. Un’ode al territorio, ai suoi prodotti e a tutti coloro che li fanno ed utilizzano.
Omeganet.it - Internet Partner